Torino, bimba di 5 mesi s’incastra la testa nella camera da letto e muore

La piccola è morta a casa della nonna. Inutili i soccorsi. Oggi altri due drammi con bambini.

ambulanza

Dramma a Torino.

Una bambina di cinque mesi, di origine marocchine, è morta a casa della nonna.

Secondo una prima ricostruzione, la nonna avrebbe lasciato la piccola sul letto per recarsi in bagno ma al suo ritrono l’ha trovata con la testa incastrata tra il letto e il materasso, già priva di sensi.

L’allarme al 118 è stato immediato. La corsa in ospedale, però, è stata inutile: la bambina è morta durante il trasferimento.

L’incidente è avenuto nel quartiere di Barriera di Milano. Come riportato dall’Ansa, la piccola era stata affidata alla nonna, 56 anni, come già accaduto altre volte perché la mamma si trova all’estero.

Alle 20 la chiamata al numero d’emergenza dopo una giornata tranquilla come tutte altre: «Venite fate presto. Fate presto, mia nipote non respira più», le parole gridate al telefono dalla nonna.

LA RICOSTRUZIONE

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, la nonna ha lasciato la bimba sul letto e si è assentata per il tempo necessario ad andare in bagno.

Al suo ritorno la piccola non respirava più con la testa incastrata tra un mobile e il materasso.

La corsa all’ospedale infantile Regina Margherita è stata inutile: la piccola è morta durante il trasporto, in ambulanza.

I carabinieri della compagnia Oltre Dora, coadiuvati dal Nucleo rilievi scientifici del comando provinciale dell’Arma, hanno effettuato un accurato sopralluogo all’interno dell’abitazione.

«Sono disperata, l’ho lasciata solo pochi istanti», avrebbe dichiarato la nonna ai militari. La donna adesso rischia una denuncia per omessa custodia di minore.

ALTRE PICCOLE VITTIME

Oggi è stata una giornata nera. Al Policlinico Gemelli di Roma una bambina di 8 anni è morta dopo avere avuto un malore in una scuola primaria di Monterotondo. Un bambino di 12 anni, invece, è morto in una crociera nel Mediterraneo e il corpo è stato trasferito dalla nave in un ospedale di Cagliari.