Torna l’autocertificazione per gli spostamenti, come e quando va compilato il modulo

L’autodichiarazione è scaricabile dal sito del Ministero dell’Interno

Torna l’autocertificazione in tutta Italia per effetto della misura del coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino che riguarderà l’intero territorio nazionale, a prescindere se la propria Regione di appartenenza sia stata inserita in fascia gialla, arancione o rossa.

Il modulo è disponibile sul sito del Ministero dell’Interno, dove si può autocompilare e stampare successivamente.

Una novità rispetto alla prima ondata: il modello è standard grazie alla formula «di essere a conoscenza delle misure normative di contenimento del contagio da COVID-19 vigenti alladata odierna, concernenti le limitazioni alla possibilità di spostamento delle persone fisiche all’interno del territorio nazionale». In questo modo è scongiurato il cambio di autodichiarazione in caso di nuovo DPCM.

Nelle zone rosse (Lombardia, Calabria, Piemonte e Valle d’Aosta), inoltre, l’autodichiarazione sarà necessaria anche per muoversi nel resto della giornata all’interno del proprio Comune di residenza.

Nel documento, oltre ai dati sensibili, va indicato i motivo dello spostamento, ovvero comprovate esigenze lavorative, motivi di salute, «altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altriprovvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio» che vanno specificati. Inoltre, andrà indicato l’origine dello spostamento (l’indirizzo) e la destinazione.

LEGGI ANCHE: Italia divisa in 3 fasce: quali sono i 21 parametri?