Torta Camilla di carote: la ricetta di un dolce classico che non passa mai di moda

Una vera delizia che non bisogna perdersi.

Torta Camilla
Credits: Il Club delle Ricette

La torta Camilla di carote è una versione casalinga, e quindi più genuina, di una delle più famose merendine in commercio in Italia. Il gusto fresco e avvolgente, insieme alla morbidezza, la rendono perfetta per grandi e piccini. Inoltre è ricca di vitamine e minerali, grazie alla presenza delle carote e delle mandorle. Si tratta di un’ottima soluzione per la colazione, così da cominciare al meglio la giornata.

La morbidezza che la caratterizza fa sì che non serva alcun tipo di farcitura. Deliziosa insieme al latte o al tè, sia freddi d’estate che caldi d’inverno. Ma vediamo cosa disporre sul ripiano della cucina:

  • 200 g di farina 00;
  • 250 g di carote;
  • 200 g di zucchero;
  • 100 g di mandorle spellate e tritate finemente (oppure farina di mandorle);
  • Tre uova;
  • Un’arancia grande;
  • 150 g di olio di semi;
  • Sale q.b.;
  • Una bustina di lievito per dolci;
  • Zucchero a velo vanigliato.

Cominciamo subito lavando molto bene le carote e privandole della buccia. Una volta tritate finemente, aggiungiamo l’olio e mescoliamo finché non otterremo un composto liscio e omogeneo. A parte montiamo le uova e lo zucchero alla massima velocità, per circa dieci minuti: dovremo ottenere una consistenza spumosa e la crema dovrà gonfiare. Dopodiché incorporiamo i due composti e la buccia grattugiata dell’arancia. L’obiettivo è che le carote siano ben amalgamate.

Torta Camilla
Credits: Ricettopolis

LEGGI ANCHE: Marmellata di fichi, la ricetta di una vera delizia per il palato

Uniamo, poco alla volta, la farina precedentemente setacciata, la polvere di mandorle, il lievito, un pizzico di sale e amalgamiamo il tutto con cura. Successivamente incorporiamo anche il succo dell’arancia e continuiamo a mescolare.

A questo punto prendiamo una tortiera dal diametro di 24 centimetri e la foderiamo con uno strato di olio di semi (in alternativa va bene anche il burro) e la farina. Versiamo il composto e inforniamo a 180 gradi per 45 o 50 minuti circa. Mi raccomando, il forno deve essere ventilato.

La prova dello stecchino non porterà i risultati soliti: la torta Camilla di carote all’interno rimane sempre un po’ umida. Una volta pronta, dobbiamo solo aggiungere una spolverata di zucchero a velo e il gioco è fatto.