Tragedia dal notaio: spara alla moglie e poi si toglie la vita

Ha sparato alla moglie e poi si è tolto la vita.

È successo a Udine, nello studio notarile del dott. Amodio, dove Giuliano Cattaruzzi, architetto di 80 anni, ha sparato alla moglie, Donatella Briosi di 64 anni, e poi si è suicidato.

La coppia si trovava dal notaio per la vendita di un immobile che apparteneva ad entrambi che si trova a Tarcento, in provincia di Udine.

I due avevano deciso di separarsi.

Il dramma è accaduto intorno alle 10.15, in via Rialto.

Come si apprende dal Messaggero Veneto, davanti al notaio c’erano almeno sette persone: oltre a Cattaruzzi e alla moglie, anche un’altra coppia, il figlio di quest’ultima e due avvocati.

All’improvviso l’uomo si è alzato e ha puntato la pistola alla nuca della moglie, sparando due colpi. Poi ha rivolto l’arma contro se stesso e si è ucciso.

Ferito di striscio uno degli avvocati.