Tragedia per un selfie, donna scivola dal belvedere e muore

È successo in Australia

Una donna è precipitata per 80 metri ed è morta dopo avere scavalcato la ringhiera di un belvedere panoramico del Victoria’s Grampian National Park a Victoria, in Australia, ed essere caduta mentre posava per una foto.

La donna, 38 anni di Craigieburn, ha scalato la barriera verso le 15:00 del pomeriggio prima di andare incontro alla sua morte, ha detto la polizia in un comunicato. Un’operazione congiunta di Victoria Police e SES recupererà il corpo della donna dalla scena.

La polizia sta ora indagando sull’accaduto, ma afferma che la sua morte non è considerata sospetta.

L’ Herald Sun riferisce che il tragico incidente è avvenuto mentre la donna cercava di posare per una foto al belvedere di Boroka vicino a Halls Gap. La tragedia è avvenuta davanti alla famiglia della donna.

Un portavoce della SES ha detto verso le 19:00 che la “districazione del corpo” era in corso. Ha detto che la donna è caduta “almeno” per 80 metri dopo aver scavalcato la ringhiera. Le unità SES di quattro regioni stanno partecipando al recupro con esperti e attrezzature di soccorso. Anche l’elicottero della Victoria Police Air Wing era sul posto con la polizia che cercava risposte al tragico incidente. Verrà preparato un rapporto per il medico legale.

La morte è avvenuta a Boroka Lookout vicino a Halls Gap, a circa 270 chilometri a nord-ovest di Melbourne.

Con il decesso della donna, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti «c’è una strage silenziosa da selfie».

LEGGI ANCHE: Donna muore dopo avere partorito una bambina senza vita.