Tragedia Viadotto A14, ecco com’è stata sedata la piccola Ludovica

È stata sedata dal padre, Fausto Filippone, la piccola Ludovica, con un quantitativo notevole di benzodiazepine.

L’uomo, il 20 maggio scorso, dopo aver spinto la moglie Marina Angrilli dal secondo piano di un appartamento, ha gettato da un cavalcavia della A14 la figlia di 10 anni. Dopo 7 ore si è ucciso anche lui.

Sul corpo dell’uomo e sulla moglie, invece, non è stata rinvenuta traccia di alcuna sostanza chimica o di altro genere.

Ieri la notizia del ritrovamento di droga nell’auto di Filippone, una Bmw X1 posta sotto sequestro dopo il drammatico epilogo della vicenda.

Nello specifico, è stato trovato un bicchiere di plastica contenente una sostanza ancora da identificare insieme a cinquanta grammi di una polvere bianca che è risultata essere cocaina. Non solo. Sempre in auto è stata recuperata una siringa al cui interno vi erano delle gocce di un liquido ancora da identificare.

Gli inquirenti sperano di avere qualche risposta anche dai cellulari delle vittime al momento al vaglio di un tecnico informatico. Il telefonino della moglie, infatti, è stato trovato addosso al marito danneggiato a causa del volo dell’uomo dal viadotto.