Trans si candida in Sicilia e le distruggono l’auto

Non sarà una campagna elettorale facile per Roberta Giulia Mezzasalma. La trans candidata alle Regionali in Sicilia con l’Udc e a sostegno del candidato governatore Nello Musumeci ha probabilmente subito la sua prima intimidazione.

A poche ore dall’annuncio della sua candidatura, ignoti hanno spaccato i vetri della sua auto. Che non si tratti di delinquenza spicciola ne è convinta la stessa Roberta.

Non sono neppure 24 ore che ho annunciato la mia candidatura in politica – ha scritto si Facebook – è già questi sono i risultati. Se qualcuno per caso pensa di intimorirmi con questi mezzucci forse ancora non ha capito che ha sbagliato persona. Forse ho proprio ragione quando dico che una babba fa tremare anche i muri”.

https://www.facebook.com/roberta.mezzasalma/posts/1871392436210086

In un video la Mezzasalma ha spiegato le ragioni della sua candidatura.
Da trent’anni sono al potere sempre le stesse persone, io ci ho sempre messo la faccia con tutti. Mi sono messa contro delinquenti e mafiosi, ho dimostrato di volere il bene di questa città, se volete cambiare qualcosa sappiate che sono candidata nel partito dell’Udc, se volete fare un moto di protesta e portare alla Regione una persona che veramente rappresenti la vostra terra, votate per me”.

E ha spiegato: “Sapete tutti i miei cambiamenti che ho fatto a volte mi stupisco di quello che riesco a fare. Sapete la mia storia, quando decisi di cambiare sesso, da Gianluca a Roberta Giulia, non sapevo come dirlo a mio padre, ma quando lotto per le cose giuste non guardo in faccia nessuno. Meglio morire”.