Trombosi dopo AstraZeneca, morta insegnante a Messina

La donna, Augusta Turiaco, ha avuto una trombosi dopo la prima dose del vaccino.

È stata dichiarata la morte cerebrale dell’insegnante di musica, la 55enne Augusta Turiaco, che aveva ricevuto la prima dose del vaccino di AstraZeneca lo scorso 11 marzo alla Fiera di Messina.

Ad emettere il verdetto sono stati i medici del Policlinico ‘G. Martino’, che hanno ricoverato d’urgenza lunedì 22 marzo la docente ed effettuato due delicati interventi chirurgici per tentare l’impossibile.

Nei giorni scorsi la situazione si è aggravata ulteriormente fino ad arrivare all’accertamento della fine delle attività cerebrali a causa di un’emorragia conseguente a una trombosi.

Professoressa di musica alla scuola media Gallo di Messina, conosciuta e apprezzata da colleghi e studenti, era felice di fare il vaccino tanto che sul suo profilo Facebook, proprio nel giorno della vaccinazione, aveva prontamente aggiornato la sua foto di copertina con lo slogan «Io mi vaccino», per lanciare un prezioso e importante messaggio agli amici.

L’avvocato Daniela Agnello, che assiste la famiglia, ha presentato un esposto in procura che è stato anche inviato ad altre autorità tra cui all’ambasciata tedesca. Augusta Turiaco, infatti, era anche cittadina tedesca. La sua famiglia in un messaggio la ricorda come una persona eccezionale, ringrazia i medici del Policlinico e invita i cittadini a vaccinarsi contro il Covid.

LEGGI ANCHE: AstraZeneca ha cambiato il nome del suo vaccino.