Trova a letto la moglie con l’idraulico e gli punta la pistola in faccia

È successo a Valdagno, in provincia di Vicenza. I dettagli della curiosa vicenda.

Ciò che è avvenuto a Valdagno, comune della provincia di Vicenza, sembra la trama di una commedia italiana degli anni 80 ma non lo è…

Un 52enne ha trovato la moglie in compagnia dell’idraulico e non stavano chiacchierando del più e del meno.

Come raccontato dal Giornale di Vicenza, il tradito, ormai separato, è stato condannato a svolgere lavori di pubblicità utilità dopo essere stato denunciato dalla moglie.

Il 52enne, infatti, insospettivo e convinto che la consorte 49enne avesse un amante, ha deciso di nascondersi nel vano caldaia della villa di famiglia in attesa dell’arrivo del terzo incomodo.

Ebbene, l’uomo non ha dovuto aspettare molto tempo finché non si è presentato in casa l’idraulico. Ha atteso con pazienza che i due fossero in camera da letto ed è balzato allo scoperto con una pistola in mano puntata alla testa dell’idraulico e costringendolo a uscire dalla villa in mutande, in pieno inverno.

I carabinieri, grazie alla visione delle telecamere di sorveglianza, sono stati in grado di ricostruire la scena.

L’idraulico ha poi denunciato il marito ‘cornuto’, finito così a svolgere i lavori socialmente utili per espiare la pena.

La vicenda è avvenuta nel dicembre del 2013 ed è finita in tribunale. L’idraulico e quella che è diventata poi l’ex moglie potevano costituirsi parte civile per danni però l’ex marito non ha voluto affrontare il processo ma ha svolto attività gratuita di volontariato e il giudice, nei giorni scorsi, l’ha prosciolto.

Leggi anche: Marco Columbro contro Barbara D’Urso: ecco cosa è successo.

Da VoceControCorrente: Non ha le chiavi e scavalca il cancello: 18enne muore impigliata.

Da SaluteLab: Crescione: un super cibo che ha un potenziale antitumorale.