Trovato neonato con il cranio fracassato, fermata la madre minorenne

È successo a Trapani, in Sicilia.

A Trapani, nel cortile di un condominio in via Francesco De Stefano, è stato trovato il corpo di un neonato con il cranio fracassato.

La polizia ha identificato la maldre del piccolo, una ragazza minorenne che potrebbe abitare nello stesso edificio dove è avvenuto il ritrovamento. Gli investigatori, coordinati dal procuratore aggiunto Maurizio Agnello, non escludono che il piccolo possa essere stato lanciato da una finestra.

La ragazza, che ha 17 anni e vive con i genitori, è stata portata per accertamenti nel reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Sant’Antonio abate di Trapani.

La minorenne, che è di corporatura robusta, sarebbe riuscita a nascondere la gravidanza ai genitori, che hanno riferito di non essersi accorti di nulla. La giovane, subito dopo avere partorito, avrebbe avvolto il neonato dento un sacchetto di plastica e l’avrebbe poi lanciato dalla finestra. L’inchiesta adesso sarà trasmessa per competenza alla Procura del tribunale dei minorenni di Palermo.

LEGGI ANCHE: Cade con la bici e finisce in un campo di cactus.