Truffa ai danni dello Stato, nuova condanna per Umberto Bossi

Umberto Bossi

Umberto Bossi

A distanza di appena due settimane dalla condanna a 2 anni e 3 mesi di reclusione per aver usato fondi del partito a fini personali, nuova condanna per l’ex leader della Lega Nord, Umberto Bossi.

Stavolta, la condanna è a due anni e sei mesi di reclusione per il reato di truffa ai danni dello Stato.

La sentenza è stata pronunciata dal tribunale di Genova, giudici Marina Orsini, Cristina Dagnino e Daniela Faraggi, pubblico ministero Paola Caleri.

Disposta, altresì, la confisca di 48 milioni di euro dai conti della Lega Nord.

Condannato anche Francesco Belsito, ex tesoriere della Lega Nord, a quattro anni e dieci mesi di reclusione, con l’aggiunta dell’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni.

Nel processo di Milano, invece, è stato condannato anche il figlio di Umberto Bossi, Renzo, a un anno e mezzo di reclusione.