Tumore metastatico al seno: arriva un nuovo farmaco

Si chiama tumore metastatico al seno HR+/HER2-. È quando la malattia si è diffusa anche ad altre parti del corpo. È praticamente lo stadio avanzato del cancro al seno. In Italia colpisce circa 30mila donne, la quasi totalità delle quali è in menopausa. Ma questo tipo di malattia è in aumento anche fra le più giovani.

Oggi però arriva una buona notizia per chi è affetta da tumore metastatico al seno: si chiama palbociclib.
Si tratta di un farmaco che va incontro alle esigenze di quelle donne la cui malattia ha sviluppato resistenza alla terapia endocrina. Il palbociclib, in combinazione con una terapia endocrina, prolunga significativamente la sopravvivenza delle pazienti.

Numerosi farmaci innovativi approvati negli ultimi anni, tra cui il palbociclib – ha dichiarato Sabino De Placido, direttore dell’Oncologia medica all’Università di Napoli Federico II – stanno progressivamente rendendo il tumore mammario metastatico una malattia ‘cronica’, con la quale le pazienti convivono sempre più a lungo e con una discreta qualità di vita”.

Non va usato solo in prima battuta, cioè quando si fa la diagnosi – ha previsato Angelo Di Leo, Direttore Oncologia Medica, Nuovo Ospedale di Prato S. Stefano di Prato – ma è indicato sia per le pazienti metastatiche che non hanno ancora ricevuto nessuna terapia, sia per quelle con tumore metastatico ormono-sensibile che possono aver ricevuto altre cure perché una delle caratteristiche di questo tipo di tumore è che sa come organizzarsi per rendere inoffensive le terapie e quindi è necessario cambiare continuamente farmaco”.