Un cane vittima del Covid-19: la storia che arriva dagli USA

Si tratta di un pastore tedesco di nome Buddy, le cui condizioni di salute sono peggiorate giorno dopo giorno.

cane vittima covid
Credits: National Geographic

Anche un cane è stata vittima del Covid. Una realtà triste che rende ancora più dura l’accettazione di quanto si sta verificando in questo periodo di pandemia. Una famiglia di Staten Island, distretto di New York, ha descritto gli ultimi giorni del suo amico a quattro zampe, il primo da compagnia negli Stati Uniti a essere positivo al Covid e ad essere morto a causa del virus. Il racconto nel corso di un’intervista concessa a National Geographic.

Buddy, questo il nome del pastore tedesco di sei anni, ha iniziato a respirare male a metà aprile. Poco prima, Robert Mahoney (uno dei proprietari) era risultato positivo al virus. Da quel momento per Buddy è iniziata una vera e propria odissea: il cane, nel giro di poco, ha cominciato a emettere muco dal naso e ha iniziato a respirare pesantemente.

LEGGI ANCHE: Bagnanti morsi da un pesce misterioso: quattro feriti in Costa Azzurra

Buddy ha avuto la sfortuna di ammalarsi in un momento in cui si conosceva poco sulla diffusione del Covid negli animali; peraltro, proprio ad aprile, gran parte della risposta era focalizzata sul salvare vite umane, per cui era difficile far testare Buddy e verificare il suo effettivo stato di salute. Purtroppo le conseguenze sono state estreme.

Le condizioni del cane sono andate via via a peggiorare, nel giro di poco ha perso peso ed è diventato letargico. Dopodiché Buddy è stato sottoposto a un ciclo di antibiotici, invano. A completare il quadro, un soffio al cuore precedentemente non riscontrato. Le condizioni sono diventate, man mano, drammatiche.

A quel punto il test: Buddy risulta positivo. Negativo, invece, l’altro cane della famiglia Duke. Per il pastore tedesco da quel momento è stato un calvario. Dal mancato controllo della vescica al sangue nelle urine, passando per un respiro sempre più affannoso e per una preoccupante difficoltà a camminare.

Il primo cane vittima del Covid negli Usa è stato Buddy. Il dato di fatto è che adesso non c’è più e alla famiglia, oltre al dolore, rimangono solo i tanti ricordi belli di un rapporto carico di amore e dedizione. Va inoltre specificato che il Coronavirus contratto da cani e gatti non può essere trasmesso all’uomo.

LEGGI ANCHE: Vaccino anti Covid-19, buoni risultati sui macachi.