Un pezzo di Lego esce dal naso di un bambino dopo 2 anni dall’inserimento

È successo a un bambino che vive in Nuova Zelanda.

Sameer Anwar è un bambino di sette anni che vive con i suoi genitori a Dunedin, nel sud della Nuova Zelanda. Come tutti i suoi coetanei, si diverte molto con i suoi giocattoli, tra cui i Lego, che gli permettono di realizzare ogni genere di cose, a volte gigantesche.

Nel 2018, però, il piccolo inserì il braccio di un personaggio nella narice così profondamente che il medico di base non riuscì a localizzarlo. Per rassicurare i genitori, il dottore allora disse che il pezzo di Lego sarebbe finito nel tratto digestivo del bambino e così sarebbe stato espulso senza problemi alla salute.

In effetti, Sameer non si lamentò neanche una volta di alcun dolore, come raccontato dai genitori al Guardian.

LEGGI ANCHE: Come sopravvivere a un attacco nucleare.

Per due anni, pertanto, la famiglia si è dimenticata di questo incidente fino alla data di domenica scorsa, 16 agosto. Di sera, Sameer si è avvicinato a un piatto di cupcake rosa, annusandoli per godersi il profumo. All’improvviso, però, il piccolo ha avvertito un forte dolore al naso.

La madre ha aiutato il bambino a soffiarsi il naso, pensando che aveva annusato alcune briciole del dolce. Tuttavia, era il pezzo di Lego che ha cominciato a sporgere dal naso.

«Non ci aspettavamo una cosa del genere», hanno spiegato i genitori. Il padre di Sameer ci ha anche scherzato su, chiedendosi se non fosse necessario donare quel pezzo «a un museo».

L’inserimento di piccoli giocattoli nelle narici da parte dei bambini è un evento abbastanza comune che può essere molto pericoloso ma spesso la parte viene rimossa velocemente.

I medici non sanno come quel pezzo di Lego sia rimasto nel naso di Sameer per così tanto tempo senza che lui provasse alcun dolore.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, la sorella di Sharon Stone in ospedale.