Un uovo al giorno fa bene ai neonati. Lo dice la Scienza

Sodo, fritto o sbattuto. Qualunque sia il modo con cui è cucinato, l’uovo pare che faccia molto bene ai neonati.

Lo dice uno studio pubblicato sulla rivista Pediatrics che riguarda i primi due anni di vita del bambino, fondamentali per la crescita e lo sviluppo.

La cattiva alimentazione, infatti, è una delle principali cause dell’arresto della crescita, insieme alle infezioni e alla malattie.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, 155 milioni di bambini sotto i cinque anni soffrono di arresto della crescita, soprattutto quelli che vivono nei Paesi a basso e medio reddito.

Ora, la dottoressa Lara Iannotti e il suo team hanno realizzato un esperimento negli altopiani rurali dell’Ecuador e hanno dato ai bambini molto piccoli (dai sei ai nove mesi) uova da mangiare per capire se fossero utili o meno.

Poi, solo la metà dei 160 bambini che ha partecipato alla prova è stata alimentata con un uovo al giorno per sei mesi e gli altri sono stati monitorati per il confronto.

uovo
Foto da Pixabay.com

I ricercatori, inoltre, hanno visitato le famiglie dei bambini ogni settimana per assicurarsi che stessero seguendo il piano dello studio e per controllare eventuali problemi o effetti collaterali, tra cui l’allergia da uova.

Ebbene, l’arresto della crescita era molto meno comune tra il gruppo di bambini trattato con l’uovo rispetto agli altri, con una differenza pari al 47%.

La dott.ssa Iannotti ha affermato: “Siamo rimasti sorpresi di quanto sia stato efficace quest’intervento e ciò che è importante è che l’uovo sia molto accessibile alle popolazioni che sono particolarmente vulnerabili alla fame o alla carenza nutrizionale“.

Le uova – ha ricordato la ricercatrice – contengono una combinazione di sostanze nutritive che riteniamo importanti“.

Leggi anche: la pennichella pomeridiana fa bene alla salute. Ecco perché.

Vuoi leggere altre news come questa? Scarica quest’APP: è gratuita!