Una soluzione efficace contro il dolore cervicale: la sciarpa Cervicaldol

Il dolore cervicale è un problema che coinvolge un numero elevato di persone, anche tra i più giovani. Per imparare a contrastarlo in maniera efficace, abbiamo chiesto consiglio al team di NOacademy, che ci ha suggerito anche un rimedio efficace per il collo bloccato senza dovere necessariamente ricorrere a soluzioni farmaceutiche.

Quali sono le peculiarità del dolore cervicale?

Si tratta di un malessere che viene sopportato con difficoltà e che porta ad adottare una posizione contratta: si tende a tenere il collo piegato in avanti o di lato in quanto è impegnativo, e fonte di sofferenza, qualsiasi movimento continuo e brusco. A causa del collo bloccato, infatti, vengono inibiti anche i movimenti più semplici. Diventa complicato torcere il collo in una qualunque delle attività della vita di tutti i giorni, che si tratti di cambiare gli occhiali, di guidare o anche solo di camminare. Ovviamente, i problemi aumentano quando si tratta di praticare un esercizio fisico intenso o di sollevare carichi: ecco perché il dolore cervicale è un ostacolo fastidioso per chi lavora.

Quali sono i fattori che contribuiscono alla comparsa di tale disturbo?

La zona risulta irrigidita ancora di più a causa dello stress, di condizioni di lavoro eccessivo o di tensioni muscolari ancora più accentuate. In tali circostanze, infatti, i nocicettori, che sono i segnalatori del dolore, vengono compressi: essi, di conseguenza, trasmettono un messaggio di malessere localizzato che, per altro, può coinvolgere la schiena e le spalle.

I sintomi più comuni quali sono?

Vertigini, giramenti di testa e dolore. Si tratta di un disturbo del trapezio e dei muscoli del collo che hanno il compito di supportare le prime sette vertebre, che hanno il compito di assorbire gli urti. A mano a mano che gli anni passano, la muscolatura e i dischi perdono di elasticità in maniera fisiologica, e così si riduce la capacità di ammortizzare i movimenti del capo e di sostenerlo. Ne può derivare, pertanto, una continua tensione molto sgradevole, che può essere accompagnata da vertigini e mal di testa. Per di più, oltre al tipico irrigidimento dei muscoli dovuto all’età il problema può essere accentuato dall’assunzione di posizioni del collo sbagliate, con angolature differenti rispetto a quella verticale.

Che cosa succede, dunque?

La struttura stabilizzante della muscolatura del trapezio si indebolisce sempre di più, il che porta da un lato a uno stiramento dei fasci muscolari e dall’altro lato a una diminuzione del flusso di sangue in quella regione per effetto di una vaso costrizione. Va detto, comunque, che il dolore cervicale può dipendere anche da fratture da compressione, da artrosi o da ernie dei dischi intervertebrali, e quindi da lesioni della colonna di tipo strutturale.

Qual è la soluzione che viene proposta da NOacademy?

La soluzione firmata NOacademy si chiama Cervicaldol, ed è una sciarpa che consente di riattivare la circolazione del sangue in corrispondenza della zona intorno al collo. In questo modo, è possibile sbloccare il torcicollo nel giro di breve tempo, così da attenuare tutti i sintomi della cervicalgia e alleviare il dolore cronico. È sufficiente che la pelle entri in contatto con la sciarpa per far sì che aumenti la produzione da parte del corpo di ossido nitrico. Così si può dire addio ai medicinali e approfittare di un beneficio terapeutico naturale.

Che cosa comporta l’incremento di ossido nitrico?

La riattivazione della circolazione e il suo aumento, ma anche la scomparsa delle sostanze che provocano il dolore. Si sperimenta una sensazione analgesica mentre la guarigione del processo infiammatorio viene agevolata. Nel momento in cui la muscolatura si rilassa e si decontrae, i dolori cronici si riducono, e tutto ciò va a vantaggio della mobilità e della funzionalità. Il tessuto della tecnologia NOacademy è confortevole e fresco.

A che cosa serve l’ossido nitrico nel corpo?

Esso è conosciuto addirittura con il nome di “molecola della vita” in virtù della sua capacità di stimolare il funzionamento fisiologico del corpo. Grazie a questa sostanza può essere controllata la vasodilatazione, e ciò favorisce una regolazione automatica del flusso ematico all’interno dei vasi sanguigni. I muscoli contratti, poi, possono tornare a funzionare in maniera normale perché ricevono una maggiore quantità di plasma e di ossigeno, oltre che di sostanze nutritive e di aminoacidi.