Uomo armato in un ospizio. Ha preso degli ostaggi

Aggiornamento, 9.58, 10 marzo: i corpi di tre donne e il loro sequestratore sono stati ritrovati i morti, dopo una sparatoria seguita a diverse ore di inutili trattative con la polizia. L’aggressore era un veterano con problemi mentali, a cui era stato chiesto di lasciare la struttura.

 

Un uomo armato ha preso in ostaggio almeno tre persone in un ospizio di reduci di guerra in California, negli Stati Uniti d’America.

La struttura è il Veterans Home of California e si trova a Yountville, nella contea di Napa. Si tratta del più grande ospizio del genere degli USA e ospita circa mille persone.

La Polizia ha circondato l’area con decine di veicoli davanti all’ingresso dell’edificio.

Stando a quanto riferito dalle autorità, sono stati esplosi degli spari.

L’emittente locale KTVU riferisce che gli Swat hanno detto al suo reporter sul posto di stare al riparo perché il responsabile ha un’arma automatica e indossa un giubbotto antiproiettile.

DA TWITTER: