Uomo russo denuncia Apple: “Una app mi ha fatto diventare gay”

Tutta colpa di un messaggio che accompagnava il trasferimento di criptovaluta.

L’accusa è di danno morale. La vittima è un cittadino russo che ha voluto rimanere anonimo, l’accusato è niente meno che la Apple. All’azienda fondata da Steve Jobs sono stati chiesti danni per un milione di rubli (14 mila euro) e il 17 ottobre ci sarà la prima audizione.

Ma cosa è successo? Il cittadino russo ha accusato il colosso statunitense di averlo fatto diventate omosessuale. La colpa sarebbe di una applicazione di criptovaluta che l’uomo avrebbe scaricato dall’Apple Store e dalla quale avrebbe ricevuto un trasferimento di 69 ‘GayCoin’ invece dei bitcoin che aveva ordinato. Insieme al trasferimento avrebbe ricevuto il messaggio “non giudicare prima di aver provato”.

Per colpa di quel messaggio, come scritto nella denuncia, l’uomo ha deciso di “provare relazioni omosessuali” nonostante avesse “una relazione stabile con una donna”. “Due mesi dopo – si legge nel documento – ho iniziato una relazione intima con qualcuno del mio sesso. Ora non posso più tornare indietro. Ho un ragazzo fisso e non so come spiegare tutto questo ai miei genitori, la mia vita è cambiata in peggio e non tornerà mai alla normalità. Apple, manipolandomi, mi ha spinto all’omosessualità“. Nella denuncia l’accusatore parla anche di “sofferenza morale” e “danno psicologico“.

La Apple non ha rilasciato alcuna dichiarazione in merito.

Leggi anche: In Svizzera una bambina ha distrutto un’opera d’arte da 50mila euro.

Da SaluteLab: 10 cibi da evitare prima di andare a letto.