Uomo spazientito al Pronto Soccorso prende a calci un’infermiera

Un’infermiera di 40 anni è stata presa a calci da un uomo di 50 anni, padre di un ragazzo vittima di un incidente.

È successo al Pronto Soccorso dell’ospedale Civico di Palermo.

L’uomo, come si apprende dall’Ansa, avrebbe urlato all’infermiera “ti do dieci minuti, poi ti ammazzo”.

L’impiegata del pronto soccorso, che ha riportato per fortuna delle ferite lievi, oltre alla paura, è stata curata e medicata dagli stessi colleghi. L’aggressione è avvenuta  ieri sera – lunedì 25 marzo – nell’area del triage (dove si assegna il grado di priorità ai pazienti che approdano in ospedale in condizioni d’emergenza) davanti a numerosi pazienti.

?

Il 50enne aveva accompagnato poche ore prima il figlio, protagonista di un incidente in cui ha riportato una frattura al piede.

L’attesa avrebbe spazientito l’uomo che, nonostante la ‘barriera’ e la guardia giurata, sarebbe riuscito a raggiungere l’infermiera, a cui avrebbe poi rivolto varie minacce. L’episodio è stato segnalato alla direzione dell’ospedale. Il direttore generale Roberto Colletti, il direttore sanitario Lia Murè e altri dipendenti del Civico presenteranno una denuncia in procura.