Usa, acrobata in spiaggia ammanettata perché in perizoma (VIDEO)

È successo nel South Carolina e il video ha fatto il giro del web.

Sam Panda, acrobata in manette
Uno screenshot del video

Un’acrobata in spiaggia è stata ammanettata perché indossava un perizoma. È rimasta davvero sorpresa quando gli agenti di polizia, a Myrtle Beach, si sono diretti verso di lei pronti ad arrestarla a causa del bikini che indossava.

«Mi avete ammanettata perché indosso un perizoma». I poliziotti l’hanno accompagnata sino alla sua auto e le hanno letto l’ordinanza che regola il decoro pubblico, sottolineando il divieto di apparire nudi su di una spiaggia pubblica.

«Lo so bene, ma non sono nuda»: risponde Sam Panda, acrobata professionista. Lo stesso ripete l’uomo che sta riprendendo l’accaduto con il proprio smartphone. La polizia, nonostante tutto, non vuole sentire ragioni e l’agente ribadisce: «Indossi un perizoma». «Un perizoma non vuol dire essere nudi»: replica la donna.

LEGGI ANCHE: Cannabis legale e cannabis illegale: quali sono le differenze?

Il video originale raccoglie 20 minuti di botta e risposta tra la polizia e Sam Panda. I primi si basano sull’articolo di una norma della cittadina di Myrtle Beach che non permette «l’esposizione in pubblico di specifiche parti anatomiche» (tra queste rientrerebbero i glutei), la seconda sul buon senso.

LEGGI ANCHE: Ricco ucraino compra l’isola Gallinara per oltre 10 milioni di euro

La legge, però, prevede un avvertimento iniziale che, se non viene ascoltato, può provocare una multa molto salata. Ecco allora che gli agenti hanno rimosso le manette e rilasciato la ragazza, rimasta senza parole. La denuncia che, successivamente, ha pubblicato sui social chiarisce da dove è partita la spiacevole vicenda: «Una donna ha chiamato i poliziotti a causa del mio bikini. È iniziato tutto così».

A corredo del post tanti i commenti degli utenti che si dividono, tra chi si schiera a favore dell’acrobata ammanettata perché in perizoma, definendo la reazione della polizia esagerata, e chi invece è a favore della definizione normativa di decoro pubblico.