USA inviano 200 militari e missili in Arabia Saudita

E Donald Trump vieta l’ingresso negli Stati Uniti ai dirigenti del regime iraniano.

Sale la tensione nella Penisola arabica.

Gli Stati Uniti hanno, infatti, annunciato il dispiegamento di una batteria di missili Patriot e di un contingente di 200 militari in Arabia Saudita.

La decisione è conseguenza dell’attacco agli impianti petroliferi sauditi, per il quale la Casa Bianca accusa l’Iran.

Il dispiegamento – ha annunciato il Pentagono – ha lo scopo di aumentare la “capacità di difesa aerea e missilistica” delle infrastrutture civili e militari dei sauditi e di accrescere la “già significativa” presenza di forze Usa nella regione.

Altre due batterie di missili Patriot e Thaad (sistema anti balistico) sono state poste in standby in caso di ulteriore minaccia agli interessi degli Usa e dei loro alleati in Medio Oriente.

Donald Trump, inoltre, ha vietato l’ingresso negli Usa agli alti dirigenti del regime iraniano e alle loro famiglie, il giorno dopo che il presidente Hassan Rohani ha chiuso la porta a un incontro con il tycoon senza la revoca delle sanzioni.

Negli anni i responsabili iraniani e i membri delle loro famiglie hanno approfittato tranquillamente della libertà e della prosperità dell’America, in particolare delle eccellenti opportunità che gli Usa offrono in materia di educazione, di piacere e cultura“, ha dichiarato il segretario di Stato Usa Mike Pompeo.

Leggi anche: Questo robot potrebbe salvare le vite di molte persone.

Da SaluteLab: Quali sono gli alimenti più ricchi di proteine?