Va dal dentista per un dente del giudizio e muore per un’infezione

È successo in Cina a un giovane di 26 anni. Il racconto della sorella.

Credit: AsiaWire/Australscope

Un ospedale in Cina è stato accusato di negligenza dopo che un giovane paziente che ha sofferto di sanguinamenti continui in bocca a seguito di una normale estrazione del dente del giudizio è deceduto due settimane dopo.

Il 25 maggio scorso a Liu Guofan, 26 anni, è stato rimosso il dente del giudizio in un ospedale nella capitale della provincia di Hunan, nella Cina centrale.

Cinque giorni dopo, il ragazzo ha pubblicato su un forum cinese un post in cui ha descritto la sua bocca come «piena di sangue» e affermando di sanguinare senza sosta da giorni.

Le immagini condivise da Liu mostrano i tessuti e la sua coperta macchiati di sangue. Il giovane è tornato in ospedale il giorno seguente l’intervento ma il sanguinamento non si è fermato, come raccontato dalla sorella maggiore Liu Huan a Red Star News.

Liu è stato portato in ospedale il 4 giugno e il giorno successivo è finito in terapia intensiva. Il 9 giugno, poi, è avvenuto il decesso per sepsi ed ernia cerebrale cauata da un’emorragia cerebrale.

Credit: AsiaWire / Liu Guofan/AsiaWire / Liu Guofan

LEGGI ANCHE: Coronavirus, Crisanti: “In autunno più focolai e più grandi”

La sorella ha detto: «Ha anche scherzato con me, dicendo: ‘Sto sanguinando così tanto, penso che morirò’. Non dimenticare di aiutarmi a pagare il mio mutuo quando lo faccio. Il 4 giugno si è sentito male e ha provato ad andare da solo in ospedale ma si è fermato a metà strada ed è stato trovato dalla polizia che lo ha portato al Pronto Soccorso».

Il medico di Liu è stato informato del sanguinamento del suo paziente e ha suggerito di tornare per altri punti ma «non ha preso sul serio le sue condizioni» ha detto la sorella.

Le cartelle cliniche dell’ospedale mostrano che Liu aveva la febbre fino a 40,5 e un alto numero di globuli bianchi, entrambi segni che il suo corpo stava combattendo un’infezione.

Un rapporto di ematologia dell’ospedale datato 7 giugno dice che Liu aveva molto probabilmente una leucemia mieloide acuta, che rende i pazienti più suscettibili alle infezioni e può essere fatale in poche settimane se non trattata. La sorella ha spiegato che il corpo del fratello è stato cremato il giorno dopo la morte e riportato a casa. Quindi, non è possibile effettuare un test del midollo osseo per confermare la diagnosi di leucemia.

LEGGI ANCHE: Il presidente Bolsonaro positivo al Covid-19.