Vaccino anti Covid-19: al via la sperimentazione sull’uomo nel Regno Unito

Il campione è di circa 300 persone e lo riceveranno nelle prossime settimane.

La sperimentazione sull’uomo sarà condotta dal professore Robin Shattock e dal suo team dell’Imperial College di Londra. I test sugli animali, infatti, hanno dimostrato che il vaccino anti-Covid è sicuro e dà una risposta immunitaria efficace.

Sono in corso circa 120 programmi di ricerca in totale su possibili vaccinazioni volte a contrastare la diffusione del Coronavirus. Kathy, 39 anni, che lavora nel settore finanziario, è una dei primi volontari ad aver partecipato alla sperimentazione.

vaccinazione

LEGGI ANCHE: Vaccino anti Covid-19: i risultati della sperimentazione sui maiali

«Penso che il desiderio di far parte del gruppo di volontari sia scaturito dal fatto di non sapere davvero cosa avrei potuto fare per aiutare. In questo modo posso farlo»: ha dichiarato la donna.
Se questa fase porta ai risultati sperati, per ottobre ne è prevista un’altra che coinvolgerà circa 6 mila persone. L’intento è quello di arrivare alla distribuzione su larga scala già all’inizio del 2021.

L’approccio scelto dal team inglese è innovativo: usa filamenti sintetici di codice genetico, chiamati RNA, che imitano il virus. Una volta iniettati nel muscolo, si moltiplicano automaticamente, generando copie di se stessi. Così ‘istruiscono’ le cellule del corpo a creare copie di una proteina efficace contro il Covid-19.

Le dosi utilizzate immunizzeranno un solo volontario il primo giorno, seguito da altri tre ogni 48 ore. Dopo circa una settimana, i numeri aumenteranno poco alla volta. A differenza del vaccino di Oxford, non verrà somministrata una sola dose, ma due a distanza di quattro settimane l’una dall’altra.

Sui 120 vaccini anti-Covid che si stanno studiando in tutto il mondo si stima che solo 13 arriveranno alla fase di sperimentazione sull’uomo: cinque in Cina, tre negli Stati Uniti, due nel Regno Unito, uno rispettivamente in Australia, Germania e Russia. La ricerca inglese è stata finanziata con 41 milioni di sterline provenienti da fondi del Governo e altri cinque raccolti attraverso alcune donazioni.

Nessuna competizione, ci tengono a sottolineare gli scienziati, ma un gioco di squadra per sconfiggere il Coronavirus. «Se il nostro approccio funziona e il vaccino fornisce una protezione efficace contro le malattie, potrebbe rivoluzionare il modo in cui risponderemo alle epidemie in futuro»: ha dichiarato Robin Shattock.

LEGGI ANCHE: Covid-19, il vaccino potrebbe non funzionare sugli anziani fragili.