Vaccino anti Covid-19, cosa ne pensa la farmacia Signorini

Il vaccino anti Covid-19 è il tema del momento. Tanti i dubbi e tanti i tentativi per sensibilizzare la gente sull’importanza della campagna vaccinale. Ne abbiamo parlato con il dott. Angelo Siviero, farmacista con esperienza quindicinale maturata nel campo della medicina naturale, gelenica, nutrizionale e veterinaria, che fa parte dello staff della farmacia Signorini di Verona.

Quante persone vi chiedono informazioni sul vaccino anti Covid-19? E
cosa rispondete?

Tantissime persone si rivolgono a noi per chiedere informazioni sul vaccino anti Covid-19, soprattutto domande di natura logistica, ovvero ci chiedono le tempistiche di vaccinazione e se si potrà o no vaccinare anche in farmacia nel futuro. Ovviamente non avendo noi stessi informazioni chiare e puntuali dal Ministero della Salute, non possiamo darle neanche al pubblico.

Cosa ne pensate della possibilità di vaccinare le persone direttamente in farmacia?

Sarebbe interessante e utile poter svolgere questo tipo di servizio pubblico in farmacia ma ad oggi non sarebbe possibile, sia per i quantitativi esigui di vaccino arrivati in Italia, sia per la mancanza di strutture adeguate. E’ infatti risaputo che il vaccino Pfizer richiede particolari temperature di conservazione e procedure di diluzione che richiedono personale opportunamente addestrato. Tuttavia, se ben organizzata, questa procedura potrebbe essere svolta in farmacia ma è ancora prematuro dirlo.​

Ma è possibile con il vaccino di Pfizer che richiede una bassa temperatura?

Il vaccino è trasportato in valigette contenente azoto liquido, che permettono di mantenere la temperatura​ -70 gradi Celsius. Una volta aperto il vaccino può mantenersi per 2 ore a temperatura ambiente, permettendo lo svolgimento delle procedure di diluzione ed iniezione.

L’afflusso nelle farmacie è aumentato o diminuito durante la pandemia?​

Ovviamente parlo per la farmacia in cui lavoro, che rappresenta una realtà particolare in quanto situata nel centro storico di una città come Verona. L’afflusso di clientela, da quando è cominciata la pandemia è Leggermente diminuito, sia per le restrizioni governative che limitano le uscite,​ sia per la mancanza di turisti​ che rappresentavano un fetta cospicua e costante della nostra clientela. D’altro canto è invece aumentata la clientela on-line che acquista dal nostro sito e-commerce.​

Quali sono i dispositivi che si vendono maggiormente?

Sicuramente tra tutti i DPI, la vendita di mascherine è la più cospicua.

LA FARMACIA SIGNORINI

La farmacia Signorini si trova in piazza Erbe 18/20, a Verona.

I titolari sono i dottori Luca e Roberto Signorini, che rappresentano la terza generazione di farmacisti nata con il dott. Mario Signorini nel 1928, sviluppata dal dott. Leonildo Signorini dal 1954, uno dei primi farmacisti in Italia ad approfondire l’omeopatia e tutte le terapie naturali.

Da sempre la filosofia della farmacia Signorini è stata quella di assistere i propri clienti nel consiglio e di promuovere una cultura della salute fondata sulla prevenzione con rimedi naturali.

Molto sviluppato il reparto naturale con farmacisti specializzati in molte terapie: fitoterapia, omeopatia, ayurveda, fiori di Bach e australiani, nutrizione per lo sportivo, alimentazione vegana.

La Farmacia Signorini possiede inoltre un reparto cosmetico con la maggior parte delle migliori ditte del settore, un reparto sanitario, un reparto per gli sportivi e un reparto per celiaci molto fornito e dotato di personale qualficato.