Valentino Rossi già dimesso dall’ospedale. Ecco i tempi di recupero

Valentino Rossi, dopo il grave incidente di due giorni fa, non si arrende ed è stato già dimesso.

Oggi, uscendo dall’ospedale di Torrette, accompagnato dai suoi familiari, il pilota ha confermato l’obiettivo di tornare a correre il più presto possibile, al GP del Giappone di metà ottobre, se non ad Aragon a fine settembre.

Ciò nonostante lo stop obbligato di 30-40 giorni, tanti quanti – ha ribadito questa mattina il medico che l’ha operato, Raffaele Pascarella, direttore dell’Unità operativa di Ortopedia e Traumatologia – sono necessari per la ripresa.

Potrà tornare a correre così presto? Hanno chiesto i giornalisti al medico:

Non ho la sfera di cristallo – ha risposto Pascarella che ha operato il fuoriclasse di Tavullia alla gamba destra nella notte tra giovedì e venerdì – Dipende da lui, se se la sente. Ma quando si va in moto non basta schiacciare l’acceleratore, le gambe servono“.

Valentino che ha anche mosso i primi passi aiutandosi con delle stampelle, continuerà ad essere seguito dall’equipe dell’Ortopedia di Ancona, dove tornerà a fare le visite di controllo.