La ministra Valeria Fedeli: “Andate a prendere i figli a scuola fino alle medie”

Valeria Fedeli

“Abbandono di minore”: il rischio è questo. I genitori dei tredicenni (o meglio di chi non ha ancora compiuto 14 anni) dovranno farsi carico di prenderli all’uscita da scuola e riportarli a casa alle 14, ogni giorno.

“Lo dice la legge”, ha spiegato la ministra Fedeli intervistata durante la trasmissione “Tagadà”.

E tiene a precisare: “Attenzione a non fare diventare questo caso un elemento di non assunzione di responsabilità da parte dei genitori nei confronti della legge”.

Parole dure che stanno già facendo tanto discutere. E soprattutto, stanno mettendo in bilico l’indipendenza degli adolescenti.

A tal punto che i presidi hanno cominciato a non accettare più le liberatorie dei genitori che autorizzano da sempre gli insegnanti a lasciare i loro figli sulla porta della scuola.

Preferiscono mettere, per così dire, “il ferro dietro la porta” per declinare ogni eventuale responsabilità. E hanno pienamente ragione.

Dietro a questa affermazione della ministra Fedeli, non c’è una sua personale opinione, al contrario la responsabile del Miur ha riportato una misura decisa dopo una sentenza della Cassazione, che condannava una scuola per la morte di uno studente investito da uno scuolabus, 15 anni fa. Un provvedimento che si lega a ragioni di sicurezza attorno ai ragazzi. Non è insomma la scuola ad essere responsabile dell’incolumità dei ragazzi dopo il suono della campanella.