Valeria Golino ha una ferita aperta e non è Riccardo Scamarcio

C’è una ferita aperta nella vita di Valeria Golino. No, non è Riccardo Scamarcio. È la maternità mancata.

Come ha raccontato a ‘Grazia’, l’attrice ha sempre desiderato avere un figlio e per lei, a quanto pare inguaribile romantica, l’ideale sarebbe stato se fosse arrivato con il suo grande amore.

In passato ho cercato un figlio (da Riccardo Scarmarcio, ndr), ma non è venuto” ha confessato.

Un figlio tanto desiderato, ma mai arrivato. Un dolore che si è ripresentato di recente. La Golino, infatti, ha girato da poco il film ‘Figlia mia’ di Laura Bispuri. Nella pellicola lei interpreta il ruolo di una madre adotiva che si contende una bambina con la madre naturale interpretata dall’attrice Alba Rohrwacher.

Il film, lo confesso – ha ammesso – ha risvegliato in me dei sentimenti lancinanti e certe scene hanno aperto antiche ferite“.
Ma ha anche raccontato che sul set le è stata molto vicina la regista.

Oggi la Golino è una splendida 52enne, e probabilmente ha abbandonato definitivamente l’idea di un figlio, ma ha comunque ritrovato il sorriso. Dopo il dolore per la separazione da Scamarcio (con cui si era anche parlato di matrimonio), l’attrice ha un nuovo compagno. Si tratta di Fabio Palombi, avvocato 28enne esperto di diritti d’autore e vicepresidente dell’associazione ‘Giovani per Roma’.