Valeria Marini fa il bagno nella fontana della Barcaccia, multata / VIDEO

È accaduto ieri sera. La showgirl stava girando il video del suo nuovo singolo. Ecco cosa è successo.

La dolce vita era un’altra cosa. E lo sa bene Valeria Marini che presa dalla smania di emulare l’indimenticata Anita Ekberg nella famosa scena del bagno nella fontana di Trevi, si è però ritrovata con una multa.

Ecco cosa è successo. Ieri sera intorno alle 20.30 la Valeriona nazionale era a piazza di Spagna per girare il videoclip del suo singolo ‘Me gusta’. Presa dall’euforia del contesto non ha resistito e si è esibita in un ballo sensuale con tanto di miniabito laminato e tacchi a spillo nella fontana della Barcaccia.

Valeria Marini

I turisti hanno mostrato particolare gradimento, come dimostra il video del siparietto pubblicato dalla stessa Marini sui suoi canali social con la didascalia ‘bagno stellare nella Barcaccia Roma Amor’, ma non si può dire lo stesso degli agenti della polizia locale che ha comminato alla showgirl una sanzione di 100 euro (più 450 euro di verbale) e una Daspo.

A me la multa – ha commentato a caldo la Marini – sembra una cosa esagerata, spero almeno che i soldi che pagherò serviranno a sistemare la città di Roma. Piazza di Spagna è di una sporcizia vergognosa, Io sono entrata nella fontana solo per toccare la fontana e sono contenta di aver visto che almeno l’acqua della Barcaccia è pulita, mentre la città è sporchissima“.

È singolare – ha replicato con una nota il comandante generale della Polizia locale di Roma Antonio Di Maggio – che un noto personaggio dello spettacolo, che dovrebbe per primo fornire un esempio positivo di condotte irreprensibili, si renda invece protagonista di un’azione volgare oltreché illecita e messa in atto solo per puri interessi personali. Una condotta del genere è inammissibile e condanno fermamente questo gesto offensivo nei confronti di tutta la città e di chi si impegna ogni giorno a far rispettare le regole“.

Leggi anche: Valeria Marini difende Pamela Prati: “È una vittima”.