“Vegani hanno ucciso due maiali durante la loro protesta”: la denuncia di un’allevatrice

"Vegani hanno ucciso due maiali durante la loro protesta": la denuncia di un'allevatrice

Un gruppo di vegani è stato accusato di aver ucciso due maiali dopo aver preso d’assalto una fattoria nei pressi della Contea di Lincolnshire, nel Regno Unito.

Come si apprende da Ladbible.com, Sylvia Hook ha raccontato che 200 attivisti di Meet The Victims UK si sono recati a Sandilands Farm – una fattoria in cui si allevano animali – per protestare per le condizioni degli animali. Tuttavia, alcuni hanno ucciso due dei suoi porcellini.

Parlando alla stampa locale, infatti, l’allevatrice ha detto: “Due giovani porcellini sono stati schiacciati. È ridicolo definirsi attivisti per i diritti degli animali e causarne la morte“, aggiungendo che “non c’è niente di sbagliato in quello che stiamo facendo qui, è una fattoria legale e perfettamente normale“.

I manifestanti, però, hanno rispedito al mittente le accuse. Una di loro, Chris Hines, ha affermato: “A meno che non possano dimostrare che i maialini siano morti a causa degli attivisti, allora si tratta di una menzogna. Le scene a cui ho assistito lì sono calme, così come lo sono anche i maiali. Non c’è confusione“.

"Vegani hanno ucciso due maiali durante la loro protesta": la denuncia di un'allevatrice

L’attivista ha poi spiegato che i manifestanti miravano a sensibilizzare sull’uso delle casse per il parto negli allevamenti dei maiali: “Lo spazio all’interno di una cassa è sufficiente per fare qualche passo in avanti, qualche passo indietro, si possono alzare e sedere ma non si possono girare. Non stiamo prendendo di mira questa fattoria per una ragione specifica ma una pratica di allevamento standard“.

La signora Hook, che gestisce la fattoria con suo marito Mick, ha aggiunto: “Tutti continuano a dirmi che sono un’assassina erché allevo maiali che saranno mangiati. Sì, è vero ma il 90% dei britannici mangia carne di maiale. I nostri standard di benessere sono ottimi e i maiali sono la nostra priorità“.

Quando la donna ha scoperto della morte dei due animali, “tutti si sono voltati e hanno detto: ‘Li avresti, comunque, assassinati nel giro di poche settimane. Non hanno amore per gli animali che non capiscono“, ha aggiunto la signora Hook.