Venditore fa 850 chilometri per picchiare una cliente che si era lamentata

Il proprietario di un negozio online ha viaggiato per oltre 850 chilometri in Cina per picchiare una cliente donna che si è lamentato del suo servizio.

Xiao Die, la cliente, è stata malmenata dal venditore dopo che si è lamentata perché non ha ricevuto ciò che aveva acquistato su internet.

Lo riporta il Daily Mail.

La donna è stata colpita in faccia, sul corpo e spinta a terra dall’uomo che ha sostenuto di aver viaggiato un giorno e una notte per dare una lezione alla cliente.

Secondo il giornale Zhengzhou Evening Post, Xiao Die ha acquistato vestiti del valore di 300 yuan (38€) il 20 dicembre scorso su Alibaba, piattaforma di shopping online cinese, notando che l’ordine non era stato spedito dopo tre giorni dal pagamento.

L’aggressione è avvenuta a Zhengzhou, nella provincia di Henan, il 27 dicembre.

La telecamera di sorveglianza ha catturato il momento in cui un uomo si è avvicinato a Xiao Die con una borsa e l’ha picchiata.

Un testimone ha visto tutto ma non ha fatto nulla per evitare il pestaggio.

Xiao Die ha creduto che l’uomo fosse il signor Zhang, proprietario del negozio online, che le ha inviato anche messaggi molesti.

La donna ha ricevuto un messaggio il 23 dicembre con cui l’uomo ha scritto “posso distruggerti”, poco dopo aver presentato un reclamo al sito.

Xiao Die ha anche ricevuto una chiamata anonima da Suzhou (Cina dell’Est) da un tizio che sosteneva di essere un venditore.

Xiao Die ha subito un trauma cranico, fratture nel gomito sinistro e ferite leggere sul viso e sul corpo in seguito all’aggressione.

La polizia locale è riuscita a rintracciare l’indirizzo del venditore che, davvero, ha percorso 860 chilometri.

L’uomo è stato arrestato il 6 gennaio scorso e ha trascorso 10 giorni in galera. Inoltre, il suo negozio online è stato cancellato dal sito di Alibaba.

Il video: