Venezia, professore sequestra i cellulari e 12enne si lancia dal primo piano dell’hotel

La studentessa non è in gravi condizioni ma ha rimediato qualche frattura.

smartphone

Una 12enne francese, in gita scolastica a Venezia, si è lanciata dal primo piano dell’hotel in cui alloggiava, dopo che il professore aveva sequestrato i cellulari a tutta la classe come punizione per il troppo rumore fatto nelle camere.

La giovane studentessa è ricoverata con alcune fratture ma non è in gravi condizioni.

Secondo una testimonianza delle due compagne di stanza, la ragazzina, pare con problemi di instabilità emotiva, dopo il rimprovero del docente e il ritiro del cellulare, si è chiusa in bagno, ha aperto la finestra e si è lanciata di sotto.L’episodio è avvenuto giovedì sera in calle della Misericordia a Cannareggio.

Oggi sono arrivati i genitori ad assistere la studentessa e domani sarà sentita dagli investigatori.smartphoneProprio oggi, ricevendo gli studenti del liceo Visconti di Roma nella Sala Nervi, in Vaticano, papa Francesco ha detto: “Liberatevi dalla dipendenza del telefonino! Per favore“, “quando diventi schiavo del telefonino, perdi la tua libertà“, sottolineando il rischio che “la comunicazione” si riduca “a semplice contatto“.

 

Bergoglio ha invitato i ragazzi “a curare la propria interiorità“.