Verona, clochard picchiato e dato alle fiamme in stazione: è gravissimo

È successo la notte scorsa. A dare l’allarme è stato un macchinista questa mattina. L’uomo è in gravi condizioni.

ambulanza

Picchiato e bruciato vivo. È questa la tortura che ha subito un uomo di 42 anni di origini rumene nella stazione ferroviaria di Villafranca di Verona. L’allarme è stato lanciato questa mattina dal macchinista di un treno in arrivo intorno alle 7.

La vittima è stata trovata riversa sulla banchina con il volto tumefatto e il corpo ricoperto di ustioni. È stato subito trasportato al Centro Ustioni dell’ospedale di Borgo Trento in codice rosso. Le sue condizioni sono gravissime. Sono in corso i rilievi di Polizia Scientifica e dalla Squadra mobile che stanno visionando i filmati delle telecamere di sorveglianza mentre la Procura ha aperto una indagine.

senzatetto

Al momento si sa che il 42enne è un senza fissa dimora molto conosciuto nella zona perché è solito trascorrere la notte in stazione. Inoltre di lui spesso si occupano i servizi sociali della città, anche se a quanto pare l’uomo non avrebbe mai accettato l’ospitalità offerta presso un ricovero cittadino.

Non è tutto. L’uomo avrebbe anche seri problemi di alcolismo e pare che avesse bevuto parecchio anche prima di quello che potrebbe essere un pestaggio vero e proprio. Non si sa ancora chi e perché si sarebbe accanito con così tanta violenza sul rumeno che sarebbe stato dapprima picchiato selvaggiamente e poi dato alle fiamme.

Se ne saprà di più nei prossimi giorni.

Leggi anche: Armato di coltelli e mannaia: prima rapina due passanti, poi picchia moglie e figlia.