Vigili urbani fanno sesso nell’auto di servizio ma la radio era accesa

Il caso, successo a Roma, è stato raccontato da Leggo.it.

Polizia Municipale
Immagine di repertorio

A Roma, vicino al campo rom di Tor di Quinto, due vigili urbani hanno consumato un rapporto sessuale all’interno dell’auto servizio ma hanno dimenticato la radio accesa, per cui sono stati scoperti, determinando un vero e proprio scandalo.

Il caso è stato raccontato da Leggo.it ed è stata aperta un’inchiesta.

Nel quotidiano c’è scritto: «una coppia di vigili urbani, lei sulla quarantina e lui con qualche anno in più. […] A testimoniarlo un eloquente audio che qualcuno probabilmente ha registrato approfittando del fatto che i due nella foga avrebbero lasciato l’autoradio accesa».

E ancora: «I due agenti a luci rosse sono in forze al XV gruppo (zona Cassia) e l’altra sera è toccato a loro il pattugliamento notturno del campo rom in via di Tor di Quinto». I due «erano insieme su una Fiat Tipo di servizio e dalla sede del XV gruppo hanno raggiunto la postazione assegnatagli».

Un vigile urbano che ha ascoltato l’audio ha detto: «È un fatto gravissimo perché lede l’immagine di tutta la polizia locale. Insomma, usare l’auto di servizio così. Si potrebbe configurare persino il peculato».

Il file è finito sulla scrivania del comandante generale della polizia municipale della Capitale Stefano Napoli. La coppia sarebbe già stata convocata dal dipartimento del Personale del Campidoglio. I due rischiano tra la sospensione e il licenziamento.

LEGGI ANCHE: Manca l’alcol a una festa, bevono il gel per le mani: 7 morti.