Vincenzo De Luca ha querelato Luigi Di Maio. Ecco perché

Stanno ammazzando la mia gente. Mandiamoli a casa, sono assassini politici dei cittadini che muoiono di tumore per l’interramento e lo sversamento illecito dei rifiuti. Sembra una puntata di Gomorra. Ma lì i camorristi fanno paura: questi partiti sono peggio dei camorristi che fanno il loro sporco lavoro, ma i partiti li incontrano i camorristi“.

Queste le dure parole di Luigi Di Maio, candidato premier del Movimento Cinque Stelle, a proposito del nuovo video di FanPage.it sullo smaltimento illegale dei rifiuti in Campania.

LA REAZIONE DI DE LUCA

Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, ha annunciato su Facebook di aver dato mandato ai legali di querelare il leader del M5S, Di Maio, perché ha parlato di “politici assassini” della sua gente, riferendosi all’inchiesta in cui è indagato anche il figlio Roberto De Luca (che si è dimesso dalla carica di assessore al bilancio del Comune di Salerno).

Il governatore campano ha invitato “Di Maio, membro autorevole della casta a 15mila euro al mese, a rinunciare all’immunità parlamentare. Gli rinnoveremo la richiesta ogni giorno fino alle elezioni“.

Insomma finirà in tribunale la querelle tra De Luca e Di Maio.