Violenta per ore una barista e fugge. Era ai domiciliari

Fermato a Milano un romeno di 34 anni con l’accusa di una violenza sessuale ai danni di una barista cinese, avvenuta a Piacenza.

L’uomo era in fuga e a piedi. È stato individuato e identificato dai Carabinieri di Piacenza. Si tratta di un pregiudicato che stava scontando ai domiciliari una condanna. L’uomo aveva il permesso di uscire per lavorare il giorno ma non la notte.

Secondo il racconto della vittima ai Carabinieri, l’aggressore si sarebbe presentato nel bar poco prima della chiusra e avrebbe usato per ore della donna, dopo averla legata e imbavagliata.

Le grida sono state udite dai vicini che hanno chiamato i soccorsi.

La donna si trova adesso in ospedale in stato di shock.

Sulla vicenda è intervenuto il Ministro degli Interni, Matteo Salvini: “Un grazie alle Forze dell’ordine per la rapidità di azione e un abbraccio alla ragazza. Per i colpevoli di questi reati zero sconti, pena certa da scontare solo in galera e castrazione chimica!“.