Violentata da bambina, 17enne sceglie di morire

Noa Pothoven è morta domenica scorsa nella sua casa nei Paesi Bassi. Su Instagram le sue ultime parole.

Noa Pothoven, 17 anni, è morta domenica scorsa nella sua casa nei Paesi Bassi.

Noa aveva pubblicato un post su Instagram un giorno prima della sua morte per spiegare la sua decisione.

In precedenza la 17enne aveva scritto un’autobiografia intitolata ‘Vincere o Imparare’ in cui ha parlato delle sue battaglie con la malattia mentale dopo essere stata molestata e violentata da bambina.

Ci ho pensato un po’ prima di decidere se avessi dovuto condividere o meno questo ma ho deciso di farlo comunque – ha scritto Noa su Instagram – Forse una sorpresa per alcuni, visti i miei post sull’ospedalizzazione ma il mio piano c’è da molto tempo e non è impulsivo. Vado dritto al punto: entro un massimo di 10 giorni io morirò“.

La ragazza olandese ha aggiunto di avere combattuto per anni e di sentire di non essere mai stata viva. Si riteneva, piuttosto, una persona che sopravviveva.

Ho smesso di mangiare e bere e, dopo molte discussioni e valutazioni, è stato deciso di lasciarmi andare perché la mia sofferenza è insopportabile – ha aggiunto Noa – Amare è lasciare andare, anche in questo caso”.

La ragazza ha anche invitato i suoi follower a non tentare di convincerla di fare il contrario.

Leggi anche: 35enne precita nel vuoto e muore, colpa di un selfie.