Violenza sessuale, condannato Bill Cosby dei Robinson

Bill Cosby, center, accompanied by his lawyer Brian McMonagle, right, walks from the Montgomery County Courthouse during his sexual assault trial in Norristown, Pa., Thursday, June 15, 2017. (AP Photo/Matt Rourke)

Per il pubblico era papà Robinson. Ma Bill Cosby, oggi ottantenne, nella vita era ben altro. Accusato di molestie sessuali da una cinquantina di donne, oggi per lui è arrivata la prima condanna. Una giuria, quindi, lo ha riconosciuto colpevole di un atto esecrabile che nulla ha a che vedere con il ricordo che aveva di lui chi negli anni Ottanta viveva il passaggio dalla infanzia alla adolescenza.

L’unica vittima che è riuscita a portarlo davanti al Gran Giurì è Andrea Constand, una ex dipendente della Temple University. Lo aveva accusato di averla drogata e molestata nella sua casa di Filadelfia nel gennaio 2004.
La giuria composta da 7 uomini e 5 donne, dopo 14 ore di camera di consiglio, ha emesso il proprio verdetto, ovvero colpevole per tre imputazioni di “aggressione indecente”: violenza sessuale con mancanza di consenso, nei confronti di una persona non cosciente e dopo la somministrazione di droga. Per ognuno dei reati sono previsti 10 anni.

A far pendere l’ago della bilancia verso la Constand sono state cinque donne che dietro al banco dei testimoni hanno raccontato di essere state tutte invitate dall’attore nella sua casa con la promessa di una carriera cinematografica e di essere state drogate con sonniferi sciolti in un drink in maniera tale da non essere in grado di ribellarsi durante le molestie.

Sui social molte star hollywoodiane hanno espresso soddisfazione per la sentenza.