Vitor è morto a 14 anni con il Coronavirus: la vittima più giovane in Europa

Soffriva anche di altre patologie che potrebbero aver accelerato la sua morte.

Vitor coronavirus

Amici, parenti e insegnanti: sono tutti sconvolti. Vitor è morto a 14 anni, probabilmente con il Coronavirus. Infatti, dalle prime indiscrezioni, pare che avesse delle malattie pregresse che non gli hanno dato modo di guarire. Nonostante la giovane età, se n’è andato in sole 48 ore.

A pochi giorni dalla morte di Julie a 16 anni, in Francia, la più giovane vittima del Covid-19 in Europa è portoghese. Vitor è morto a 14 anni, lasciando un grande vuoto nelle persone che gli volevano bene, e in tutti noi che stiamo combattendo una battaglia comune.

LEGGI ANCHE: Francia, Julie muore a 16 anni per il Coronavirus. La sorella: “Nessuno è invincibile”

Amava il futsal (calcio indoor) e la società sportiva della quale faceva parte scrive: «Questa volta, non sei riuscito a trionfare su questo avversario, come hai fatto tante altre volte. Siamo a pezzi e senza parole», è il commento del Maceda Cultural and Leisure Centre.

Vitor Godinho era di Ovar, un comune nel distretto di Aveiro nel nord-ovest del Paese. La notizia della sua morte ha generato un’ondata di commozione che è arrivata fino alla Federazione calcistica portoghese.

Il suo presidente, Fernando Gomes, ha dichiarato: «È con profonda tristezza che mando le mie condoglianze alla famiglia, agli amici e ai colleghi di Vitor Rafael Bastos Godinho, un giovane giocatore di futsal al CCRM».

E ancora: «In questo momento di profondo dolore per tutti i tuoi cari, mando anche una parola di conforto a tutta la famiglia di calcio del distretto di Aveiro che condivide con noi la tristezza di una scomparsa così precoce».

Vitor era stato ricoverato all’ospedale São Sebastião di Santa Maria da Feira sabato 28 marzo e se n’è andato il giorno dopo. A differenza di Julie, Vitor soffriva «di una complessa situazione clinica, con altre gravi patologie».

Il ragazzo era affetto da psoriasi, una patologia che indebolisce molto il sistema immunitario. Adesso si chiede il massimo riserbo, in attesa che si concluda l’indagine medica ancora in corso. Il Portogallo ha registrato quasi 6 mila casi di contagio a causa del Coronavirus, con 119 decessi.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, cosa rischia chi pubblica le foto dei trasgressori?