Vittorio Brumotti: il racconto dell’aggressione

L’inviato di Striscia ha ricordato il momento in un’intervista al Corriere della Sera.

Vittorio Brumotti, storico inviato di Striscia la Notizia, è stato come ben si sa aggredito mentre documentava la situazione di una delle piazze dello spaccio a Milano. Campione di bike trial ed ex di Giorgia Palmas, ha raccontato al Corriere della Sera i dettagli del tragico momento.

LEGGI ANCHE: Vittorio Brumotti aggredito a Monza: “Uno dei miei è stato ferito a una gamba”

Aggredito da un gruppo di spacciatori

Nel corso dell’intervista al quotidiano milanese, Vittorio Brumotti ha sottolineato di essere stato aggredito da un gruppo di spacciatori. L‘inviato di Striscia la Notizia, che si è purtroppo già trovato in situazioni simili, ha confermato quello che si può vedere nelle immagini mandate in onda domenica dal tg satirico.

Ha infatti specificato di essere stato colpito con l’asta della go pro, parlando di una “botta fortissima”. Ha altresì detto di essere svenuto per qualche secondo e di avere lividi qua e là. Il campione di bike trial, classe 1980, si è anche soffermato sulle osservazioni messe in primo piano da molte persone, che hanno notato il fatto che gli spacciatori che l’hanno aggredito fossero di colore.

Non sopporto le generalizzazioni… sono di colore anche i ragazzi che ci hanno portato il cibo a casa con Glovo per soddisfare i nostri vizi”: queste le parole dell’inviato del tg di Antonio Ricci, che ha posto l’accento sul fatto che la colpa dello spaccio è soprattutto degli italiani, i principali consumatori di sostanze stupefacenti.

Vittorio Brumotti ha fatto presente che è italiano anche il business dello spaccio, specificando che la ‘ndrangheta controlla circa il 90% del mercato della cocaina in Italia. Ha detto poi che, quando gli sono venuti addosso nel pieno di Porta Venezia, non ha visto dei piccoli spacciatori ma la ‘ndrangheta.

LEGGI ANCHE: Michele Cucuzza: chi è, età, Grande Fratello Vip, Instagram