Vittorio Grigolo: “Io gay? Anche mia moglie lo credeva prima di sposarmi”

Il coach di Amici intervistato dal Quotidiano Nazionale. Ecco cos’ha detto.

Il tenore Vittorio Grigolo, direttore artistico (o meglio coach) della squadra Blu dell’ultima edizione di Amici, ha rilasciato un’intervista al Quotidiano Nazionale e ha chiariato alcuni aspetti della sua vita privata.

Innanzitutto, Grigolo, 42 anni, ha voluto affrontare l’indiscrezione sulla sua presunta omosessualità: “È corsa voce che fossi gay. Anche mia moglie lo credeva, prima che ci sposassimo… Comunque se devo dirlo, no, non sono gay. Ok, se un uomo mi bacia in bocca non ci sono problemi, ma diciamo che non vado oltre“.

Il tenore ha anche parlato di un altro aspetto intimo, stavolta associato alla propria consorte: “Nell’intimità, sono disposto a provare tutto, manette, frusta, maschera si può. Sesso estremo? Una battuta. Se nel rapporto a due si sta ancora insieme ma manca qualcosa, si può avere il coraggio di tirar fuori certi tabù. Perché no…“.

Infine, il tenore ha confermato di avere mantenuto i buoni rapporti con Ricky Martin: “Credo che faremo qualcosa insieme. Ho anche progetti con Sting, Al Bano, Morandi… Penso a concerti in tour“.

Leggi anche: In provincia di Padova è stato eletto il primo sindaco transgender.