Voleva sposare un italiano, 25enne pakistana sgozzata dai familiari

Una ragazza di 25 anni, originaria del Pakistan, Sana Cheema, residente da anni a Brescia, è stata uccisa in patria dal padre e dal fratello perché voleva sposare un italiano.

La giovane è stata sgozzata dai parenti. In Pakistan, infatti, la donna non può scegliere l’uomo da sposare ma il marito deve essere scelto dalla famiglia.

La terribile notizia è stata data dal Giornale di Brescia.

Il delitto è avvenuto nel distretto pachistano di Gujarat, dove la giovane era nata e dov’era tornata dalla famiglia un paio di mesi fa.

A Brescia aveva frequentato le scuole e cominciato a lavorare in un’autoscuola.

Sono stati arrestati il padre e il fratello della 25enne che adesso si trovano in carcere.

Gli stessi uomini, fino a poco tempo fa, vivevano nella città lombarda, dopodiché si erano trasferiti in Germania per trovare migliori condizioni lavorative.