Vuole buttarsi giù dal cavalcavia, giovane salvato da un camionista

È accaduto sulla Tangenziale Est di Milano. Le parole del salvatore.

Gabriel Bocra Ionut è il nome dell’uomo che ha salvato un ragazzo che avrebbe voluto togliersi la vita lanciandosi da un cavalcavia.

Gabriel, un camionista, ha raccontato: “Quando vedi le cose da lontano puoi pensare che chi fa certe azioni sia un eroe, che serva coraggio. Ma quando capita a te, pensi solo a quello che puoi fare“.

L’episodio è avvenuto sulla Tangenziale Est di Milano e, dopo avere lasciato il giovane che ha salvato nelle mani della Polizia stradale, Gabriel è risalito sul suo mezzo e ha ripreso il suo tragitto con lo scopo di consegnare un carico di mozzarella.

Merce deperibile, dovevo consegnare entro le otto e mezza“, ha raccontato Gabriel al Corriere della Sera.

Il camionista, però, è stato rintracciato dalla Polizia stradale di San Donato Milanese, guidati da Pasquale Mastrocinque, tramite la ditta di Salerno per cui lavora così da complimentarsi il gesto.

Gabriel – 31 anni, residente a Eboli – ha raccontato: “Mi sono messo a parlare con lui. Gli ho chiesto: ‘dimmi cosa succede, perché stai male?’. Lui ha detto che aveva problemi, che i problemi erano troppi… Mi sono limitato a rispondergli che le cose si possono sempre sistemare. ‘Cosa dici se ti aiuto a scendere?“.

Il giovane così decide di non saltare più giù dal cavalcavia e sale in piedi sul rimorchio. Una volta lì scatta l’abbraccio: “Io e mia moglie ci siamo guardati negli occhi per un attimo: abbiamo fatto una cosa buona, oggi. Poi siamo ripartiti, lui era salvo e non aveva bisogno di noi“, ha detto Gabriel.

Leggi anche: Michele Bravi, parla l’avvocato: “Sta male ma è innocente”.