Cronaca Social
donna che fa esercizi di workout

Workout ormonale, cosa devi sapere sulla produzione di ormoni quando ti alleni

L’esercizio fisico, come ben sappiamo, è essenziale per mantenere un corpo sano e in forma. Tuttavia, tendiamo spesso a trascurare l’effetto che l’attività fisica può avere sul rilascio degli ormoni. Ultimamente, si sta discutendo molto del concetto di workout ormonale, cioè di allenamenti studiati per stimolare specifiche risposte ormonali.

La scelta di adottare un regime di allenamento adatto alle proprie necessità ormonali può influenzare notevolmente il miglioramento dei sintomi della menopausa, il sollievo dalle complicazioni legate alla sindrome premestruale e, in generale, il raggiungimento del benessere personale. Ma quali sono i principi del workout ormonale che bisogna conoscere?

“Quella di workout ormonale è una definizione molto di  moda – spiega Paola Miretta, personal trainer professionista – in realtà però dobbiamo considerare che tutti i workout che facciamo sono ormonali perché vanno ad incidere sul rilascio di determinati tipi di ormoni. A seconda dell’esercizio fisico che pratichiamo, abbiamo infatti la possibilità di stimolare una determinata risposta ormonale”.

In particolare per le donne, gli ormoni giocano spesso un ruolo negativo nella perdita di peso, influenzando la capacità di aumentare la massa muscolare o di bruciare il grasso. Quindi, è possibile stimolare la produzione di ormoni come il testosterone e il GH (ormone della crescita) attraverso un esercizio fisico mirato.

Bisogna tenere in considerazione che l’esercizio fisico ha un effetto, ma ci sono molti fattori che influiscono sulla perdita di peso. Il workout può aiutare, ma da solo non è sufficiente se non viene abbinato a una corretta alimentazione e a uno stile di vita appropriato. Inoltre, è importante distinguere tra la perdita di peso e l’aumento della massa magra, che sono due cose diverse. A volte perdere peso non significa dimagrire. Dimagrire implica aumentare la massa magra, il che potrebbe non comportare una perdita di peso. L’aumento della massa magra si misura attraverso la riduzione dei centimetri di circonferenza (le taglie).

Sotto il profilo metabolico, durante la menopausa, sono consigliati tutti gli esercizi intervallati che combinano attività cardiovascolare e rinforzo muscolare. Diversamente dalla corsa, che può causare stress alle articolazioni, camminare velocemente può essere un valido esercizio se svolto per almeno un’ora e mezza. Questa attività aiuta ad aumentare la dopamina e la serotonina, influenzando positivamente anche l’aspetto emotivo. Inoltre, migliora il sonno, il quale è spesso un problema durante la menopausa.