Ylenia Carrisi, la rivelazione shock del fratello Yari

Per la prima volta pubblicamente dice cosa pensa sulla scomparsa della sorella.

Ylenia Carrisi con i genitori, Al Bano e Romina Power
Ylenia Carrisi con i genitori, Al Bano e Romina Power

Ylenia Carrisi, era la primogenita di Al Bano e Romina Power, scomparsa in circostanze poco chiare il 31 dicembre del 1993, giorno dell’ultimo contatto telefonico con i genitori. Yari Carrisi, il fratello, torna in televisione e fa delle importanti dichiarazioni.

Yari Carrisi
Yari Carrisi

LEGGI ANCHE: Giorgio Mastrota e il tradimento di Natalia Estrada: cos’è successo davvero?

La morte della povera Ylenia, per cui hanno sofferto ovviamente e comprensibilmente tutti i membri della famiglia, è stata resa ufficiale solo nel 2014 dal tribunale di Brindisi. Alla trasmissione Rivelo, in onda su Real Time e condotta da Lorella Boccia, Yari ha detto di essere sicuro che la sorella sia «ancora in giro».

«Ho passato tanti anni della mia vita a cercarla – ha detto – posso immaginare che forse dopo tutto ciò che è successo abbia paura della troppa esposizione mediatica. Io ho alcune idee ma finché non la trovo non ha senso. In un certo modo la sto cercando tuttora… la vedo negli occhi di alcune persone che incontro, la vedo nei sogni».

Il fratello spera ancora di potere riabbracciare Ylenia Carrisi, che – prima o poi – farà il primo passo e tornerà a casa. È convinto che abbia incontrato le persone sbagliate. Non era mai successo prima che Yari si sbilanciasse così. La madre, Romina Power, non è mai riuscita a rassegnarsi e la cerca da oltre 25 anni. Al Bano, invece, ha bisogno di non continuare a illudersi. È convinto che un ruolo determinante lo abbia avuto la droga.

Al Bano e Romina Power

LEGGI ANCHE: Scoppia il caso del Personale Rai a Sanremo 2020, troppi gli ospiti tra il pubblico?

Secondo il cantante, la figlia si sarebbe suicidata nel Mississipi, sotto l’effetto di stupefacenti. In una recente intervista ha dichiarato: «Ho nutrito per anni la speranza, ma oggi so che se n’è andata tra le acque di quel fiume». È stato lui a chiedere l’istanza al tribunale.

Ne parla anche nella sua autobiografia, di come abbia trovato il modo di sopravvivere a una simile tragedia. Non è stato facile mettere nero su bianco quello che il suo cuore gli suggeriva. «Ho bevuto fino a stordirmi prima di aggiungere la parte sulla scomparsa di mia figlia Ylenia», ha detto.

LEGGI ANCHE: Loredana Lecciso risponde a Romina Power su Instagram.