Zappalà – Scarface: “Non ho mai avuto a che fare con la mafia, non so neppure se esiste”

Il neomelodico siciliano intervistato da La Zanzara su Radio 24. Ecco cos’ha detto.

Queste persone che hanno fatto queste scelte di vita, le sanno le conseguenze. Come ci piace il dolce, ci deve piacere anche l’amaro“.

Queste parole su Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, pronunciate dal cantante neomelodico siciliano Leonardo Zappalà, durante la prima puntata di Realiti, il programma di Rai2 condotto dall’ex iene Enrico Lucci, hanno scatenato il putiferio.

Il giovane, però, ospite della trasmissione La Zanzara su Radio 24, anziché scusarsi ha peggiorato le cose.

Zappalà – che si fa chiamare Scarface – ha spiegato: “Volevo dire che quando fanno delle scelte di vita, ci sono anche delle conseguenze“.

E ancora: “Io non ho studiato la sua storia, perciò io non devo parlare di questa cosa… È una disgrazia. Però voglio dire, loro che condannano solo le altre persone… io ho fatto questo paragone. Anche i mafiosi sono esseri umani, non è che devono essere condannati solo i mafiosi…“.

Il giovane ha ammesso poi di non conoscere la mafia: “Non c’ho mai avuto a che fare, non so neppure se esiste. Io a quei tempi non c’ero, quindi non mi interessa. Comunque se esiste, la mafia è una mer*a”, sottolineando che “Io sto dalla parte dello Stato. Con Falcone e Borsellino. Però per me, per quello che ho letto su Google, dietro uno Stato c’è la mafia, si dice. Però alla fine a me non interessa…“.

Leggi anche: Figlio di un camorrista al sit-in: “Amo mio padre ma…”.